Casi e sentenze

Responsabilità da cosa in custodia: gli oneri probatori del custode e del danneggiato

 

Colui che agisce per il risarcimento del danno da cose in custodia, deve provare: il fatto lesivo come verificatosi in concreto, il nesso causale tra la cosa in custodia e l’evento lesivo, nonché il danno conseguenza. Il custode convenuto, invece, per liberarsi dalla sua responsabilità, deve provare l’esistenza di un fattore estraneo alla sua sfera soggettiva, idoneo ad interrompere quel nesso causale.

Leggi dopo