Focus

Il danno da perdita anticipata del rapporto parentale: spunti per la quantificazione

Sommario

Premessa: il danno da perdita anticipata del rapporto parentale in ambito sanitario | I metodi liquidativi | Brevi osservazioni sui diversi metodi liquidativi | La liquidazione basata sulla percentuale di sopravvivenza sottratta al de cuius | Osservazioni conclusive: il metodo proposto alla prova delle tabelle romane |

 

Per definire il concetto di perdita anticipata del rapporto parentale, la giurisprudenza ha elaborato un’autentica tassonomia: la perdita anticipata della vita in ambito sanitario si verifica nell’ipotesi in cui il danneggiato, già in condizioni invalidanti idonee a condurlo alla morte a prescindere da eventuali condotte di terzi, decede a seguito dell'intervento (commissivo od omissivo) dei sanitari. In tali casi, la risarcibilità iure proprio del danno patrimoniale e non patrimoniale riconosciuto ai congiunti potrà subire un ridimensionamento in considerazione del verosimile arco temporale in cui i congiunti avrebbero potuto ancora godere, sia sul piano affettivo che economico, del rapporto con il soggetto anzitempo deceduto. Di seguito verranno esaminati gli indirizzi quelli impiegati più di frequente.

Leggi dopo