Focus

La contestazione dei fatti allegati dal danneggiato: note critiche sull'applicazione dell'art. 115 c.p.c. nel giudizio di responsabilità civile

Sommario

Introduzione | Premessa | Contestazione del fatto storico e contestazione del danno-conseguenza | La contestazione del danno biologico | Conoscenza del danno e valutazione tecnica | Allegazione (e contestazione) del danno da perdita del rapporto parentale | Convivenza e coabitazione | Conclusioni | Riferimenti |

 

Per meglio comprendere il concreto atteggiarsi delle preclusioni in ambito risarcitorio occorre muovere da una premessa e cioè che il danno-conseguenza si manifesta nella sfera di chi lo subisce e, dunque, resta ignoto al responsabile: per l'effetto, è da escludersi che – in un processo caratterizzato da una “struttura dialettica a catena” (così Cass. 12636/2005) – l'integrazione delle allegazioni attoree possa essere determinata dalla necessità di replicare alle difese svolte dal convenuto, atteso che quest'ultimo non è gravato di alcun onere di contestazione del pregiudizio lamentato dal danneggiato (Cass. 3576/2013)...

Leggi dopo