Focus

La rendita come “forma privilegiata” del risarcimento del danno non patrimoniale in caso di macrolesioni

Sommario

Nel calcolo della rendita non rileva la speranza di vita concreta | L’equivalenza tra capitale e rendita: l’art. 2057 cc. nel sistema | Una prima sintesi | Il danno biologico matura nel tempo | Sintesi e sviluppi | Il caso deciso da Cass. 31574/2022 | Le “connessioni” tra Cass. 31574/2022 con il “rischio latente” di cui a Cass. 26118/2021 | Il danno morale | Conclusioni |

 

Con la sentenza n. 31574/2022 la Cassazione ha aperto la via al risarcimento del danno non patrimoniale in forma di rendita, offrendo all'interprete numerosi spunti di riflessione. In queste note l'attenzione verrà focalizzata su: equivalenza tra capitale e rendita, danno biologico e morale e proiezione nel tempo ai fini dell'applicabilità dell'art. 2057 c.c.

Leggi dopo