Focus

Prime riflessioni sull’equo compenso (e sulle clausole vessatorie). In particolare: il contenzioso assicurativo e della Rc auto

Sommario

Interessi (davvero) divergenti? | L’incidenza dei costi legali nell’assicurazione della rc auto: specifiche patologie di sistema | Un po’ di storia: l’evoluzione normativa in tema di compensi nella professione legale | La nuova disciplina in materia di equo compenso: i tratti salienti | Segue. Quale è la misura del compenso equo? | Convenzioni e clausole vessatorie | L’ambito di applicazione temporale della nuova disciplina | Nullità delle clausole e prescrizione. Conclusioni |

 

La disciplina dell’art. 13-bis della legge n. 247 del 2012 in tema di equo compenso pare destinata ad impattare sul sistema obbligatoriamente assicurato della r.c. auto. Il presente intervento mira ad analizzare la ratio, il contenuto e le ricadute possibili della riforma, calandole specificamente nel settore del contenzioso della sinistrosità stradale, un settore in cui l’intreccio dei delicati interessi a vario titolo coinvolti impone, più che in altri campi, la ricerca della miglior calibratura del fondamentale apporto delle professioni legali. Sullo sfondo l’esigenza di far sì che al compenso equo corrisponda un approccio alla professione autenticamente etico, al servizio di una corretta e sostenibile gestione dei rapporti tra imprese, assicurati e danneggiati.

Leggi dopo