Giurisprudenza commentata

Compensatio lucri cum damno: lo scomputo dell'indennizzo ex l. n. 210/1992 dalle somme versate a titolo di risarcimento del danno da emotrasfusione

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La compensazione non può operare qualora l'indennizzo indicato dalla legge non sia stato corrisposto, ovvero non sia quanto meno determinato o determinabile nel suo preciso ammontare. Difatti l'astratta spettanza di una somma eventualmente suscettibile di essere compresa tra un minimo e un massimo, a seconda della patologia riconosciuta, non equivale alla sua corresponsione e non fornisce elementi per individuarne l'esatto ammontare.

Leggi dopo