Giurisprudenza commentata

Non è possibile liquidare sia il danno da perdita del rapporto parentale che il danno esistenziale

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Ove al prossimo congiunto di persona deceduta in conseguenza del fatto illecito di un terzo venissero liquidati sia il danno da perdita del rapporto parentale che il danno esistenziale, si incorrerebbe in una duplicazione di danno non patrimoniale in quanto il primo già comprende lo sconvolgimento dell'esistenza, che ne costituisce una componente intrinseca.

Leggi dopo