Quesiti Operativi

I criteri di determinazione del danno da infezione nosocomiale che non abbia cagionato la morte del paziente ma ne abbia impedito la guarigione

 

Tizio, durante un ricovero ospedaliero per ictus, contrae alcune infezioni che, secondo il collegio di periti nominati dal Giudice, non hanno rappresentato la causa del decesso, avvenuta dopo sette mesi per un blocco intestinale del tutto indipendente dalle infezioni che, seppure di certa origine ospedaliera e pur persistenti per sei mesi, un mese prima del decesso erano del tutto regredite, pur impedendo la guarigione del paziente. Ebbene, gli eredi che hanno agito in giudizio per fare affermare la responsabilità dell’ospedale hanno diritto ad un risarcimento? Ed in tal caso con quali criteri potrà liquidarsi il danno?

Leggi dopo