Bussola

Tutela della Privacy e del diritto all’oblio nella normativa europea ed italiana

,

Sommario

Inquadramento | Il Regolamento Europeo 679/2018 – GDPR | Diritto all'oblio | Il diritto all'oblio e la responsabilità del motore di ricerca nella giurisprudenza europea | La tutela dell'interessato: tra autorità garante e autorità giudiziaria | Giurisdizione e competenza | Il rito | Tutela cautelare | Il risarcimento del danno | Casistica giurisprudenziale |

 

Il nuovo Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla libera circolazione e alla protezione dei dati personali – pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea n. 119 del 4 maggio 2016 ed entrato in vigore il 25 maggio 2018 in tutti i paesi membri – ha abrogato e sostituito la Direttiva 95/46/CE, ed ha apportato numerose e rilevanti novità in materia di trattamento dei dati personali e, più in generale, in materia di diritti della personalità.   Queste novità possono così sintetizzarsi: rafforzamento del ruolo delle autorità amministrative di controllo; mutamento di prospettiva nella tutela dei dati personali; nozione di «accontability» dei titolari e dei responsabili del trattamento; codici di condotta a cui devono uniformarsi i soggetti titolari e i responsabili; rafforzamento della tutela dei diritti dell'interessato.   Nel territorio nazionale, il GDPR è stato attuato con il d.Lgs. 101 del 10 agosto 2018 – pubblicato il 4 settembre sulla G.U. n. 205/2018 e in vigore dal 19 settembre 2018 – che ha adeguato la normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali e ha provveduto, per un verso, ad abrogare le disposizioni del d.lgs. n.196/2003 non più compatibili con il GDPR e, per altro verso, ad introdurn...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Su Tutela della Privacy e del diritto all’oblio nella normativa europea ed italiana

Vedi tutti »