Multimedia

Sinistri con profili di transnazionalità: si applica la legge del paese ove si è verificato il danno diretto

Nel video viene analizzato il recente intervento della Cgue, sez. IV, sent., 10 dicembre 2015, C-350, chiamata ad esprimersi su un caso di sinistro stradale avvenuto in Italia e la connessa richiesta di risarcimento dei danni dei parenti della vittima, residenti in un altro Stato membro dell'Unione europea.

In particolare la Corte di Giustizia ha stabilito che «l’art. 4 par. 1, Reg. n. 864/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11 luglio 2007, sulla legge applicabile alle obbligazioni extracontrattuali (Roma II) deve essere interpretato nel senso che, al fine di determinare la legge applicabile ad una obbligazione extracontrattuale derivante da un incidente stradale, i danni connessi al decesso di una persona in un incidente siffatto avvenuto nello Stato membro, devono essere qualificati come “conseguenze indirette” di tale incidente, ai sensi della citata disposizione».

 

Per un maggior approfondimento:

Leggi dopo