Focus

Focus

L'evoluzione giurisprudenziale della perdita di chance

06 Febbraio 2018 | di Maria Costanza

Danno da perdita di chance patrimoniale e non patrimoniale

L’affermarsi nel nostro ordinamento della chance è corso parallelo alla fase di progressiva espansione subita dal sintagma “danno ingiusto”. Questo, riferito alle sole lesioni arrecate al diritto soggettivo e in particolare ai diritti soggettivi di contenuto patrimoniale, accoglieva via via nella sua traduzione di interesse giuridicamente meritevole di protezione non soltanto diritti soggetti assoluti e relativi, ma pure interessi legittimi e aspettative.

Leggi dopo

Occasionalità necessaria come criterio per attribuire la responsabilità per fatto altrui: critica

01 Febbraio 2018 | di Eugenio Mandrioli


Danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale (in generale)

L’indicazione frequente in giurisprudenza dell’occasionalità necessaria come criterio per imputare al datore di lavoro la responsabilità per il fatto illecito di un suo dipendente merita di essere corretta con il riferimento alla pertinenza del danno procurato al rischio tipico dell’attività gestita dal soggetto chiamato al risarcimento.

Leggi dopo

Il rispetto della persona umana nelle disposizioni in materia di consenso informato medico e di disposizioni anticipate di trattamento

24 Gennaio 2018 | di Roberto Masoni


Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Il Parlamento ha portato a definitivo compimento un processo legislativo iniziato oltre vent'anni or sono e protratto senza esito per cinque legislature, introducendo in Italia una legislazione rispettosa dei diritti dei malati, non solo in materia di testamento biologico, ma anche di consenso informato in tema di trattamenti sanitari e fine vita

Leggi dopo

La prova presuntiva del danno non patrimoniale

23 Gennaio 2018 | di Rosaria Giordano

Onere di allegazione e prova del danno patrimoniale e non patrimoniale

La prova critica o indiziaria è una prova in senso pieno e non un argomento di prova, poiché il fatto secondario deve essere dimostrato attraverso gli ordinari mezzi di prova e, soltanto in seguito, il giudice effettuerà un ragionamento mediante il quale potrà dichiarare l’esistenza o l’inesistenza del fatto primario e rilevante ai fini della decisione.

Leggi dopo

Le condizioni dell’azione di rivalsa nella legge Gelli-Bianco

19 Gennaio 2018 | di Massimo Vaccari


Rivalse nei confronti degli operatori sanitari

Una delle più rilevanti novità della legge 24/2017 è costituita dagli oneri di comunicazione posti a carico della struttura sanitaria privata e delle imprese assicuratrici, della medesima struttura o del professionista sanitario, quali requisiti di ammissibilità delle azioni di rivalsa.

Leggi dopo

Nel quesito al CTU medico-legale, il danno non patrimoniale come novellato dalla legge n. 124/2017

16 Gennaio 2018 | di Enzo Ronchi

Liquidazione danno non patrimoniale per lesioni macro permanenti

A seguito delle modifiche introdotte dalla legge n.124/2017 cod. ass., sembra ora utile riconsiderare, in senso critico-costruttivo, il testo del quesito per il CTU a suo tempo licenziato dall’Osservatorio.

Leggi dopo

Il Senato approva la legge sul consenso informato e sul “fine vita”: la “storia” scritta dalla giurisprudenza diventa ius positum

12 Gennaio 2018 | di Daniela Zorzit

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Brevi note frutto di una prima lettura della nuova disciplina introdotta dalla Legge approvata dal Senato lo scorso 14 Dicembre (d.d.l. 2801), nella quale confluiscono piccoli frammenti del passato (i casi risolti nelle aule giudiziarie) e qualche osservazione “di insieme”.

Leggi dopo

Rapporto medico-paziente nel fine vita, tra consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento

09 Gennaio 2018 | di Amedeo Santosuosso

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

La legge recante il titolo “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”, approvata dal Senato il 14 dicembre 2017, affronta essenzialmente tre aree problematiche del rapporto medico-paziente nella fase finale della vita: la prima riguarda il consenso ai trattamenti e la sua necessità per qualsiasi intervento sul corpo della persona, la seconda regola la proiezione della volontà della persona oltre il momento della perdita di coscienza ..

Leggi dopo

Equo compenso … e senso della misura

21 Dicembre 2017 | di Gianluca Gambogi


Responsabilità dell'avvocato

La legge n. 172/2017 ha introdotto l’art. 13-bis, che disciplina l’equo compenso e le clausole vessatorie nell’impianto normativo concernente il nuovo ordinamento professionale per avvocati, vale a dire la legge n. 247/2012.

Leggi dopo

Aspettando le Sezioni Unite penali sul riformato assetto della colpa in ambito sanitario

20 Dicembre 2017 | di Gian Marco Caletti


Responsabilità penale del medico

Sebbene piuttosto contigue nel tempo, le prime due pronunce della Cassazione penale sul nuovo assetto della responsabilità sanitaria hanno fatto registrare una forte divergenza interpretativa, che ha indotto il Presidente della Quarta Sezione a sollecitare in via urgente l'intervento delle Sezioni Unite. In attesa della decisione, per la quale è già stata fissata udienza per il 21 dicembre, il presente contributo si ripropone di mettere a fuoco i due orientamenti emersi sino ad ora e, nello specifico, i principali nodi ermeneutici rispetto ai quali dovrà fare chiarezza la Corte nella sua massima espressione nomofilattica.

Leggi dopo

Pagine