Focus

Focus

La liquidazione del danno parentale secondo Cass. 10579/2021: più che un endorsement per Roma, un invito a Milano

22 Giugno 2021 | di Giuseppe Chiriatti

Perdita del rapporto parentale (danno da)

La critica mossa dalla Corte alla tabella di Milano appare condivisibile, atteso che la previsione di un amplissimo range monetario tra un valore minimo e un valore massimo è inidonea non solo a garantire uniformità di trattamento, ma prima ancora ad orientare e possibilmente “avvicinare” le parti già nel corso delle trattative stragiudiziali. La pronuncia, dunque, ben potrebbe essere letta come un invito – all'Osservatorio di Milano - a intervenire quanto prima sulla struttura della tabella per la liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale e ciò in ragione del fatto che, a distanza di dieci anni dalla pubblicazione della sentenza Amatucci, la prevalente giurisprudenza di merito continua ad accordare la propria preferenza ai valori monetari espressi dalla tabella meneghina.

Leggi dopo

Danno da violazione del diritto all'autodeterminazione, tabelle di Milano 2021 e limiti di applicabilità

21 Giugno 2021 | di Vincenzo Liguori

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Appare necessario, per gli operatori di merito, poter contare su criteri di misurazione del pregiudizio concreto che siano coerenti, omogenei e consentanei ad una concreta demarcazione dei confini liquidatori riferibili alla tipologia di pregiudizio trattato senza confonderlo con l'eventuale correlativo danno alla salute. Un'assoluta novità in tal senso è rappresentata dalla proposta dell'Osservatorio di Milano che ha prospettato alcuni criteri orientativi da cui ha estrinsecato 4 fasce di valori monetari di riferimento per la liquidazione del “danno da mancato/carente consenso informato in ambito sanitario”.

Leggi dopo

Eventismo, consequenzialismo e paraeventismo nel risarcimento del danno alla persona: una rilettura critica

16 Giugno 2021 | di Elisa Colletti

Danno alla persona

Il Focus abbraccia il tema della nota differenziazione tra danni evento e danni conseguenza, riproducendo in un primo momento l'evoluzione giurisprudenziale che ha condotto alla scelta di un sistema operativo piuttosto che dell'altro, ed in un secondo momento rileggendo il sistema operativo medesimo alla luce dell'attuale sistema risarcitorio italiano, per verificare se lo stesso risulti oggi compatibile con l'attuale concezione di danno alla persona, su cui il sistema risarcitorio si fonda.

Leggi dopo

Un nuovo concetto di salute e applicazione del principio di solidarietà nelle obbligazioni risarcitorie

09 Giugno 2021 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

Responsabilità contrattuale e/o extracontrattuale (in genere)

Il drammatico impatto sociale ed economico della pandemia da Covid-19 ha reso ancora più evidente la centralità del principio di solidarietà nelle obbligazioni risarcitorie, anche con riferimento ai danneggiati. Il Focus recepisce i principali spunti offerti dalle riflessioni dottrinali e giurisprudenziali sul tema, anche in una prospettiva de iure condendo.

Leggi dopo

Patrocinio a spese dello Stato in materia civile

09 Giugno 2021 | di Gianluigi Morlini

Profili processuali

L'istituto del patrocinio a spese dello Stato, in ambito civilistico, è stato per anni destinatario di applicazioni quantitativamente molto circoscritte. Più recentemente, però, la crisi economica da un lato e la maggiore consapevolezza delle potenzialità dell'istituto dall'altro, hanno portato ad una sua maggiore diffusione.

Leggi dopo

Nessun bilanciamento dei diritti in caso di rifiuto di trattamento sanitario salvifico: la Cassazione definisce e conferma i principi

03 Giugno 2021 | di Daniela Zorzit, Pasquale Giuseppe Macrì

Emotrasfusione ed emoderivati (danno da)

La sentenza della Cassazione oggetto delle nostre riflessioni (Cass. n. 29469/20) pare un segno dei tempi, un punto di arrivo di un cammino, lungo e tenace: quello intrapreso dalla giurisprudenza che, “guardando oltre”, ha inteso dare concreta ed effettiva attuazione ai principi di libertà, attingendo direttamente alla Costituzione ed “anticipando” un Legislatore da troppo tempo inerte.

Leggi dopo

La sentenza della Cass. n 10579/2021 e la liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale

27 Maggio 2021 | di Cesare Trapuzzano

Perdita del rapporto parentale (danno da)

La sentenza della Cassazione, n. 10579/2021, ha evidenziato che il sistema tabellare per la liquidazione del danno parentale deve essere improntato al criterio dei punti, allo scopo di garantire adeguatezza e uniformità nelle valutazioni del pregiudizio. Occorre all'esito interrogarsi sugli spunti problematici che tale pronuncia propizia e sui possibili spazi di una lettura costruttiva del relativo dictum, nella prospettiva di confermare il già consolidato modello tabellare ambrosiano, che sul punto potrebbe meritare alcuni correttivi, pur conservando l'impianto di base che ne ha contraddistinto la sua diffusa applicazione sul territorio nazionale.

Leggi dopo

Responsabilità della struttura sanitaria per il paziente deceduto "con il Covid-19": la prima pronuncia del Tribunale di Torino

26 Maggio 2021 | di Stefania Tassone

Trib. Torino,

Struttura pubblica (convenzionata e non) e sua responsabilità

Il presente contributo intende porre l’attenzione sul primo provvedimento reso dal Tribunale di Torino in relazione a prospettazione di responsabilità della struttura sanitaria per avere il paziente, deceduto, (anche) contratto infezione da Covid-19; una difficile decisione resa nell’equilibrio tra l’esigenza di tutela delle parti ed il rispetto dei principi posti dall’elaborazione giurisprudenziale in materia di responsabilità medica.

Leggi dopo

Verso un nuovo metodo di conversione in denaro del danno da perdita del rapporto parentale?

24 Maggio 2021 | di Patrizia Ziviz

Perdita del rapporto parentale (danno da)

La Cassazione, con la recente sentenza n. 10579/2021, ha sancito il superamento delle tabelle milanesi relative alla liquidazione del danno non patrimoniale derivante dalla perdita del rapporto parentale, a favore dell'applicazione di un sistema “a punti”, in grado di garantire l'uniformità di trattamento.

Leggi dopo

"Certificazione verde" e mobilità delle persone al tempo del coronavirus

19 Maggio 2021 | di Vito Amendolagine

Diritto alla libertà personale e danno per sua lesione

Il presente elaborato, muovendo dalla recente istituzione del certificato verde sanitario approvato dal Governo italiano sul modello del green pass ideato dalla Commissione europea, al fine di garantire la mobilità in sicurezza delle persone rispettivamente all’interno di un singolo Stato e tra le Regioni presenti all’interno del territorio nazionale di uno stesso Stato, e tra gli Stati dell’UE, si sofferma sulle connesse problematiche riguardanti l’introduzione di tale misura, in relazione ai principali aspetti giuridicamente rilevanti, riguardanti i diritti fondamentali degli stessi soggetti destinatari del suddetto strumento abilitante alla libera circolazione.

Leggi dopo

Pagine