Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Concorso in bancarotta: fondamentale il giudizio controfattuale per evitare responsabilità fondate sulla sola posizione di garanzia

09 Aprile 2021 | di Francesco Agnino

Cass. pen.,

Responsabilità dell’amministratore di società

In tema di bancarotta semplice, i sindaci di una società dichiarata fallita rispondono per aver omesso di attivarsi per rimediare all'inerzia dell'amministratore, che non abbia chiesto il fallimento in proprio della società, così aggravandone il dissesto, solo quando la situazione di insolvenza sia rilevabile dagli atti posti a loro disposizione.

Leggi dopo

Videosorveglianza e mancanza di accordo sindacale: non si lede la privacy dei dipendenti se la finalità è tutelare il patrimonio aziendale

08 Aprile 2021 | di Ilenia Alagna

Cass. pen.,

Responsabilità del datore di lavoro

La Cassazione ha chiarito che l'installazione di un impianto di videosorveglianza, in assenza di accordi sindacali, è lecita se risponde alla finalità di tutela del patrimonio aziendale e non consente di verificare lo svolgimento delle attività lavorative dei dipendenti.

Leggi dopo

La liquidazione del danno morale

31 Marzo 2021 | di Massimo Viceconte

Cass. civ.,

Danno morale

Atteso che il danno morale ha una sua piena autonomia, ove il Giudice valuti il danno morale utilizzando le tabelle milanesi e poi lo rivaluti equitativamente una seconda volta attribuendogli un ulteriore valore, in tal modo si verifica una duplicazione della valutazione del danno morale per cui la valutazione equitativa diventa un doppione e va espunta dal calcolo del danno non patrimoniale totale.

Leggi dopo

Aborto terapeutico consentito se la madre ha patologie atte a provocare malformazioni del feto, a prescindere dal loro accertamento clinico

29 Marzo 2021 | di Antonio Serpetti di Querciara

Cass. civ.,

Diritti di inizio vita

L’interruzione volontaria della gravidanza oltre i 90 giorni (c.d. aborto terapeutico) motivata dal grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna è consentita anche laddove, durante la gravidanza, siano in corso nella madre processi patologici in grado di provocare con alta probabilità rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro, non rilevando il fatto che l'anomalia o la malformazione si sia già prodotta, o risulti strumentalmente o clinicamente accertata.

Leggi dopo

La natura del danno da occupazione illegittima

23 Marzo 2021 | di Amelia Laura Crucitti

Corte d’Appello,

Danno da perdita di chance patrimoniale e non patrimoniale

Il danno subito dal proprietario cessionario di un immobile nel caso di occupazione illegittima derivante dall’inadempimento degli obblighi assunti con il contratto preliminare di vendita e con il contratto definitivo di compravendita, oggetto di cessione, non può ritenersi sussistente in re ipsa, bensì ha natura di danno conseguenza. Pertanto, esso deve essere allegato e provato anche a mezzo di presunzioni semplici.

Leggi dopo

Oncologia e causalità “rinforzata”: nuove prospettive nella colpa medica

18 Marzo 2021 | di Vittorio Nizza

Cass. pen.,

Responsabilità penale del medico

In tema di nesso di causalità nel reato colposo omissivo, il giudizio controfattuale, imponendo di accertare se la condotta doverosa omessa, qualora eseguita avrebbe potuto evitare l’evento, richiede preliminarmente l’accertamento di ciò che è accaduto (cosiddetto giudizio esplicativo) per il quale la certezza processuale deve essere raggiunta...

Leggi dopo

Caduta di un albero sulla pubblica via: responsabilità del Comune da cosa in custodia anche nel caso di appalto a terzi della manutenzione del verde pubblico

11 Marzo 2021 | di Francesco Agnino

Trib. Milano,

Danno cagionato da cose in custodia

La stipula, da parte dell'Amministrazione comunale, di un contratto di appalto avente ad oggetto la manutenzione del verde pubblico o l'esecuzione di lavori sulla pubblica via, non priva l'Amministrazione committente della qualità di custode delle strade del demanio comunale, ai sensi dell'art. 2051 c.c.

Leggi dopo

Costituisce danno “figurativo” l’occupazione illegittima dell’immobile da parte dell’ex coniuge

10 Marzo 2021 | di Maurizio Tarantino

Trib. Reggio Emilia

Risarcimento del danno da lesione del diritto di proprietà

Chiamato ad accertare la legittimità della richiesta dell’attrice del risarcimento del danno figurativo a causa dell’occupazione senza titolo dell’ex coniuge, il Tribunale adìto ha precisato che il godimento dell’immobile in forma esclusiva realizzava un fatto oggettivamente impeditivo ed ostativo al diritto dell’attrice di godere della propria metà di cui era proprietaria, tenuto conto che tale utilizzo esclusivo era avvenuto senza il suo consenso. Di conseguenza, l’ex coniuge convenuto è stato condannato al risarcimento del danno figurativo.

Leggi dopo

L’azione in surroga dell’assicurazione: la prova della titolarità del diritto

09 Marzo 2021 | di Filippo Rosada

Trib. Milano,

Surrogazione

La quietanza, da sola, è sufficiente a provare il diritto di surroga, ai sensi dell’art. 1916 c.c., dell'assicuratore nei diritti del mittente, sorti dal contratto di trasporto, qualora essa includa, oltre alla dichiarazione di quietanza dell'assicurato, elementi sufficienti a individuare il danno risarcito, oltre che il contratto di assicurazione in virtù del quale il diritto di surroga viene esercitato.

Leggi dopo

Ripartizione dei danni cagionati all'appartamento sottostante per le infiltrazioni d'acqua provenienti dalla terrazza a livello

05 Marzo 2021 | di Giuseppe Bordolli

Trib. Salerno

Responsabilità per danni in condominio

La disposizione dettata dall'art. 1126 c.c. esplicitamente contempla soltanto i “lastrici solari”, ma nell'espressione si comprendono anche le “terrazze a livello” che, anche se di proprietà o in godimento esclusivo di un singolo condomino, oltre a costituire estensione ed integrazione degli appartamenti cui sono annessi in via di complemento, assolvono strutturalmente, nei confronti delle unità immobiliari sottostanti, alla stessa funzione meramente sussidiaria di copertura rivestita dai lastrici solari posti alla sommità dell'edificio, funzione invece che non si riscontra nei balconi aggettanti che non coprono i piani sottostanti.

Leggi dopo

Pagine