Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Perdita del nonno: nessun risarcimento per la nipote in tenera età e distinzione tra danno virtuale e danno eventuale

13 Maggio 2022 | di Patrizia Ziviz

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

La perdita del rapporto parentale con il nonno non determina un danno risarcibile per la nipote in tenera età, non essendo configurabile in capo alla stessa alcun pregiudizio: né in termini di sofferenza futura, né in termini perdita delle utilità rappresentate da reciproco affetto, solidarietà e comunanza familiare.

Leggi dopo

Quantificazione del danno patrimoniale da perdita della capacità lavorativa

11 Maggio 2022 | di Antonio Serpetti di Querciara

Cass. sez. lav.,

Capacità lavorativa generica e specifica

Il danno permanente da incapacità di guadagno non può essere liquidato in base ai coefficienti di capitalizzazione approvati con R.D. 9 ottobre 1922, n. 1403, i quali - a causa dell'innalzamento della durata media della vita e dell'abbassamento dei saggi di interesse - non garantiscono l'integrale ristoro del danno e non sono perciò consentiti dalla regola di cui all'art. 1223 c.c.

Leggi dopo

Notaio omette l’effettuazione delle visure ipocatastali: l'eventuale autorizzazione delle parti non esclude la responsabilità contrattuale

10 Maggio 2022 | di Francesco Agnino

Cass. civ.,

Notaio (responsabilità del)

Il notaio incaricato della redazione ed autenticazione di un atto pubblico di trasferimento immobiliare non è destinatario passivo delle dichiarazioni delle parti e non può quindi, limitarsi ad accertare la volontà delle stesse e sovraintendere alla redazione dell'atto, ma ha l'obbligo di compiere quelle attività preparatorie e successive necessarie perché sia assicurata la serietà e certezza dell'atto giuridico da rogarsi...

Leggi dopo

In caso di lesioni durante l’attività sportiva la teoria del "rischio consentito" è inidonea ad individuare il discrimine tra condotte lecite e non

04 Maggio 2022 | di Alessandro Lacchini

Cass. pen.,

Responsabilità nelle attività sportive agonistiche e non

In tema lesioni occorse nel corso di attività sportiva amatoriale, è da abbandonare - perché errato - il precedente orientamento di legittimità riconducibile al principio del “rischio consentito”, dovendo l'accertamento di responsabilità essere condotto secondo i consueti criteri di accertamento della responsabilità penale..

Leggi dopo

Natura dell’azione proposta dai congiunti del paziente deceduto che non sono "terzi protetti dal contratto”

02 Maggio 2022 | di Ilaria Oberto Tarena

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

La responsabilità della struttura sanitaria per i danni da perdita del rapporto parentale, invocati iure proprio dai congiunti di un paziente deceduto, è qualificabile come extracontrattuale. Infatti, il rapporto contrattuale che si instaura fra il paziente e la struttura sanitaria (o il medico) esplica i suoi effetti tra le sole parti del contratto...

Leggi dopo

Il commento dell'insegnante su Facebook può ledere la privacy dello studente?

28 Aprile 2022 | di Ilenia Alagna

Trib. Bari,

Tutela della Privacy e del diritto all’oblio nella normativa europea ed italiana

La mera circostanza della pubblicazione su un social network di un commento offensivo non è di per sé idonea a dimostrare l'avvenuta lesione del diritto della persona a mantenere integra la propria reputazione, in assenza della dimostrazione dell'esistenza di un danno effettivamente patito.

Leggi dopo

Aborto a seguito di amniocentesi: responsabilità medica e riparto dell'onere probatorio

21 Aprile 2022 | di Francesco Agnino

Cass. civ.,

Medico dipendente di struttura pubblica e sua responsabilità

La responsabilità medica, anteriormente alla l. n. 24 del 2017, deve qualificarsi in termini di responsabilità contrattuale, sicché, ove sia dedotta la responsabilità contrattuale del sanitario per la lesione del diritto alla salute, è onere del danneggiato provare secondo il criterio del "più probabile che non", il nesso di causalità fra l'aggravamento della situazione patologica e la condotta del sanitario.

Leggi dopo

Il Tribunale di Torino riconosce l’indennizzabilità in ambito infortunistico privato del decesso da Covid, quale causa diretta ed esclusiva

15 Aprile 2022 | di Alessandro Lacchini, Enrico Pedoja

Trib. Torino,

Polizza assicurativa: contratto, forma, polizza all’ordine o al portatore

Il Tribunale di Torino ha chiarito che, in assenza di specifica esclusione contrattuale, le infezioni acute virulente che provengono dall’esterno soddisfano la definizione di infortunio e, pertanto, risultano tecnicamente indennizzabili.

Leggi dopo

Correttezza e buona fede in tema di RCA e risarcimento del danno da sinistro stradale

14 Aprile 2022 | di Antonio Serpetti di Querciara

Cass. civ.,

Obblighi dell'assicuratore e dell'assicurato

Improponibile la domanda del danneggiato di un sinistro stradale che, prima di instaurare il relativo giudizio, non abbia messo a disposizione dell'Assicurazione il veicolo per l'ispezione.

Leggi dopo

L'efficacia del contratto di assicurazione in caso di incendio di un bene immobile sito nell'edificio in condominio

13 Aprile 2022 | di Matteo Rezzonico

App. Milano,

Polizza assicurativa: contratto, forma, polizza all’ordine o al portatore

L'assicurazione su un bene immobile attiene al bene medesimo, con la conseguenza che, a prescindere da chi abbia in concreto firmato il contratto, il proprietario al momento del sinistro deve ritenersi legittimato a far valere la garanzia contenuta nel contratto di assicurazione, secondo lo schema di cui all'art. 1891 c.c. Tuttavia, perché possa operare la garanzia assicurativa, è necessario che sia accertata quantomeno la responsabilità del proprietario. Infatti, una delle cause che esclude la responsabilità del proprietario e la conseguente attivazione della garanzia assicurativa in termini di manleva, può essere costituita dall'esimente contenuta nell'art. 2051 c.c., per il quale il caso fortuito esclude la responsabilità del custode.

Leggi dopo

Pagine