Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Perdita del rapporto parentale (danno da)

Perdita del nonno: nessun risarcimento per la nipote in tenera età e distinzione tra danno virtuale e danno eventuale

13 Maggio 2022 | di Patrizia Ziviz

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

La perdita del rapporto parentale con il nonno non determina un danno risarcibile per la nipote in tenera età, non essendo configurabile in capo alla stessa alcun pregiudizio: né in termini di sofferenza futura, né in termini perdita delle utilità rappresentate da reciproco affetto, solidarietà e comunanza familiare.

Leggi dopo

Natura dell’azione proposta dai congiunti del paziente deceduto che non sono "terzi protetti dal contratto”

02 Maggio 2022 | di Ilaria Oberto Tarena

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

La responsabilità della struttura sanitaria per i danni da perdita del rapporto parentale, invocati iure proprio dai congiunti di un paziente deceduto, è qualificabile come extracontrattuale. Infatti, il rapporto contrattuale che si instaura fra il paziente e la struttura sanitaria (o il medico) esplica i suoi effetti tra le sole parti del contratto...

Leggi dopo

Liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale le tabelle del Tribunale di Milano sono sempre attuali e da preferire a quelle romane

31 Marzo 2022 | di Giuseppe Sileci

Trib. Modena,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

Alla liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale deve pervenirsi applicando i parametri della Tabella del Tribunale di Milano sia se il caso concreto presenta peculiarità che la tabella sul punto in uso presso il Tribunale di Roma non permette di correggere sia perché il tetto minimo previsto dalla Tabella milanese per ciascuna figura di congiunto e denominato valore monetario base esprime l’uniformità pecuniaria di base.

Leggi dopo

Danno da perdita del rapporto parentale: la Cassazione non consente l'applicazione delle tabelle milanesi

26 Gennaio 2022 | di Ilaria Oberto Tarena

Cass. civ., sez. III,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

Ai fini della liquidazione del danno non patrimoniale mediante il criterio tabellare il danneggiato ha esclusivamente l'onere di fare istanza di applicazione del detto criterio, spettando poi al giudice di merito liquidare il danno non patrimoniale mediante la tabella conforme a diritto...

Leggi dopo

Per liquidare il danno non patrimoniale da perdita del rapporto parentale occorre un vincolo di sangue con il defunto?

21 Dicembre 2021 | di Paolo Mariotti , Raffaella Caminiti

Trib. Lecce,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

Anche in mancanza di convivenza o di un vincolo di sangue è possibile far valere il danno non patrimoniale derivante dall'uccisione del congiunto, a condizione che il richiedente riesca a provare un rapporto giuridicamente rilevante ovvero l'effettività e la consistenza della relazione affettiva con l'ucciso, non essendo condivisibile limitare la «società naturale», cui fa riferimento l'art. 29 Cost., all'ambito ristretto della sola cd. famiglia nucleare.

Leggi dopo

L'assenza di convivenza con il de cuius non riduce il quantum risarcitorio del danno da perdita del rapporto parentale

16 Settembre 2021 | di Giovanni Gea

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

Il danno iure proprio da perdita del rapporto parentale, da quantificarsi necessariamente in via equitativa e con l'esplicita indicazione dei criteri tabellari di base adottati e delle variazioni (in aumento o in diminuzione) applicate in considerazione di tutte le circostanze del caso concreto, così da rendere evidente il percorso logico-giuridico seguito nella sua determinazione..

Leggi dopo

Morte della zia in un incidente stradale: i nipoti vanno risarciti, anche se non conviventi

19 Luglio 2021 | di Enrico Basso

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

In tema di danno da perdita di un congiunto non appartenente al “nucleo familiare ristretto”, la convivenza non è condicio sine qua non per poter accedere al risarcimento, rappresentando, invece, un elemento probatorio utile per dimostrare, insieme ad altri elementi, l'ampiezza e la profondità del vincolo affettivo - presupposto dell'an debeatur - nonché per determinare il quantum debeatur.

Leggi dopo

Prima risposta del Tribunale di Milano sui valori da applicare in tema di danno da perdita del rapporto parentale post Cass. n. 10579

12 Luglio 2021 | di Marco Rodolfi

Trib. Milano,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

Nelle more della predisposizione di una nuova Tabella che risponda ai parametri individuati nella sentenza n. 10579 del 2021 si può ragionevolmente affermare che la liquidazione del danno da perdita del rapporto parentale ben potrà essere effettuata all'interno della cornice edittale individuata dalle Tabelle milanesi, in quanto, comunque, consente di ridurre, “in modo relativamente significativo, il margine di generalità” e, conseguentemente, di discrezionalità che diversamente sarebbe rimesso al giudice procedente.

Leggi dopo

Non è possibile liquidare sia il danno da perdita del rapporto parentale che il danno esistenziale

15 Giugno 2021 | di Massimo Viceconte

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

Ove al prossimo congiunto di persona deceduta in conseguenza del fatto illecito di un terzo venissero liquidati sia il danno da perdita del rapporto parentale che il danno esistenziale, si incorrerebbe in una duplicazione di danno non patrimoniale in quanto il primo già comprende lo sconvolgimento dell'esistenza, che ne costituisce una componente intrinseca.

Leggi dopo

Il danno parentale tra vincolo affettivo e sconvolgimento delle abitudini di vita

11 Giugno 2021 | di Diego Modesti

Trib. Udine,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

In tema di danno da perdita del rapporto parentale, l’assenza di un effettivo vincolo affettivo tra padre e figlio non consente di individuare lo sconvolgimento delle abitudini di chi sopravvive in dipendenza del vuoto lasciato da chi scompare, non potendo, per tale ragione, ritenersi sussistente alcun danno risarcibile.

Leggi dopo

Pagine