News

News

La valutazione complessiva delle componenti del danno non patrimoniale

23 Settembre 2022 | di Giuseppe Davide Giagnotti

Cass. civ.,

Danno non patrimoniale (risarcimento del)

Il danno biologico è la lesione dell’integrità psico-fisica della vittima, comprensiva delle alterazioni psico-fisiche, sia temporanee che permanenti e della loro incidenza sullo svolgimento delle funzioni della vita e sugli aspetti dinamico-relazionali. Esso viene accertato mediante criteri medico-legali e valutato in punti percentuali di invalidità permanente, il cui valore monetario cresce proporzionalmente al crescere della percentuale d’invalidità.

Leggi dopo

Danno da trattamento radioterapico errato: il danno morale copre anche il dolore continuo

21 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Valutazione medico-legale del dolore e della sofferenza

Il danno morale patito a seguito di trattamenti radioterapici che hanno causato disturbi cronici al paziente è compreso nell’indicazione del danno morale prevista dalle tabelle milanesi; il continuo dolore fisico patito è già da valutarsi nella componente del danno e non costituisce ulteriore danno morale.

Leggi dopo

La liquidazione del danno non patrimoniale da uccisione d’un congiunto in base ad un criterio “a forbice”

20 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Perdita del rapporto parentale (danno da)

In tal caso, se è previsto un importo variabile tra un minimo e un massimo, «è consentito al giudice di merito liquidare un risarcimento inferiore al minimo solo in presenza di circostanze eccezionali e peculiari al caso di specie».

Leggi dopo

Responsabilità civile dei magistrati: anche senza privazione della libertà personale, il danno è risarcibile

19 Settembre 2022 | di Giuseppe Marino

Corte Cost.,

Magistrato (responsabilità del)

Con riferimento alla responsabilità civile dei magistrati, la selezione di un solo diritto inviolabile della persona (la libertà personale) da proteggere con il risarcimento dei danni non patrimoniali, anche fuori dai casi di reato, non è giustificata dalla specificità dell’illecito civile da esercizio della funzione giudiziaria. Lo ha affermato la Corte Costituzionale, con la sentenza n. 205, pubblicata il 15 settembre 2022.

Leggi dopo

Il danno estetico è compreso nel risarcimento del danno biologico

16 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Danno biologico permanente

«La formula di Balthazard è fondata sul principio per cui alla determinazione della invalidità nella responsabilità civile non può procedersi mediante una mera sommatoria dei gradi di invalidità permanente relativi a ciascuna singola lesione afferente un organo o distretto anatomico diverso, in quanto tale operazione comporterebbe il superamento del grado massimo di invalidità del 100%».

Leggi dopo

L’attività legale stragiudiziale come danno emergente

16 Settembre 2022 | di Giuseppe Davide Giagnotti

Cass. civ.,

Danno emergente e lucro cessante

In tema di responsabilità civile da circolazione, il costo sopportato dal danneggiato per l’attività stragiudiziale svolta in suo favore da un legale, sia diretta a prevenire il processo, che ad assicurarne l’esito favorevole, si deve considerare un danno emergente che, se allegato e provato dev’essere oggetto di risarcimento, ex art. 1223 c.c., indipendentemente dal fatto che essa possa essere potenzialmente svolta anche personalmente dallo stesso danneggiato, eventualità, questa, che non assume alcun rilievo.

Leggi dopo

Medici assolti nel procedimento penale perché il fatto non sussiste: c’è responsabilità civile dell’azienda sanitaria?

15 Settembre 2022 | di Renato Savoia

Cass. civ.,

Assicurazione delle aziende ospedaliere e del medico

La Terza sezione della Cassazione ha chiarito a quali condizioni l’ente ospedaliero possa giovarsi della sentenza di assoluzione nel procedimento civile.

Leggi dopo

Centralità e autonomia del consenso informato rispetto al trattamento medico: la responsabilità medica in caso di decesso

08 Settembre 2022 | di Alessandro Benni de Sena

Cass. civ.,

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Interessante questione sui legami tra la centralità del consenso informato, l’alterazione della cartella sanitaria e il nesso di causa con il decesso poi avvenuto del paziente. Si pone, in particolare, la questione se il medico è responsabile, anche quando la terapia è conforme al protocollo sanitario e quando i farmaci così somministrati non hanno portato al decesso del paziente, ossia la rilevanza della violazione degli obblighi informativi da parte del medico in relazione all’esito della terapia.

Leggi dopo

Emotrasfusioni con sangue infetto: l’indennizzo deve essere scomputato dal risarcimento del danno

07 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Emotrasfusione ed emoderivati (danno da)

Nel giudizio promosso nei confronti del Ministero della Salute per il risarcimento del danno conseguente al contagio a seguito di emotrasfusioni con sangue infetto, «l'indennizzo di cui alla l. n. 210/1992 può essere scomputato dalle somme liquidabili a titolo di risarcimento del danno quando sia stato effettivamente versato o, comunque, sia determinato nel suo preciso ammontare o determinabile in base a specifici dati della cui prova è onerata la parte che eccepisce il lucrum».

Leggi dopo

Danno morale: accertamento e quantificazione tramite prova presuntiva nei c.d. reati di danno

05 Settembre 2022 | di Vincenzo Liguori

Cass. civ.,

Danno morale

La condanna generica in sede penale con rimessione al giudice civile per la liquidazione risarcitoria non esime quest’ultimo dall’accertamento dell’esistenza del danno e del relativo nesso causale tra lo stesso e l’evento lesivo. Per quanto concerne l’accertamento e la quantificazione del danno morale, trattandosi di un danno attinente ad un bene immateriale, il ricorso alla prova presuntiva assume un rilievo determinante, potendo costituire anche l’unica fonte di convincimento del giudice.

Leggi dopo

Pagine