News

News su Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

Privacy: se la violazione è minima, il danno non patrimoniale è risarcibile?

15 Giugno 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

In tema di violazione dei dati personali, il danno non patrimoniale risarcibile ai sensi dell’art. 15 Codice della privacy, pur determinato da una lesione del diritto fondamentale alla protezione dei dati personali tutelato dagli artt. 2 e 21 Cost. e dall’art. 8 CEDU, non si sottrae alla verifica della “gravità della lesione” e della “serietà del danno”.

Leggi dopo

Privacy, prestazione del consenso e algoritmo per determinare il rating reputazionale

27 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

In tema di trattamento di dati personali, il consenso è validamente prestato solo se espresso liberamente e specificatamente in riferimento a un trattamento chiaramente individuato.

Leggi dopo

Decreto riaperture: i dubbi del Garante Privacy sui pass vaccinali

27 Aprile 2021 | di Redazione Scientifica

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

Il Garante Privacy attraverso un avvertimento formale sottolinea la necessità di un intervento correttivo in materia di “pass vaccinali”, introdotti con il decreto riaperture.

Leggi dopo

L’invio della quietanza come prova del risarcimento contenente il codice Iban viola i dati personali del terzo beneficiario

16 Marzo 2021 | di Andrea Mazzaro

Cass. civ.,

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

La prova fornita dall’assicurazione al proprio assicurato circa l’avvenuto risarcimento del danno al fine di tenerlo indenne dalle pretese risarcitorie di soggetti terzi non può prevalere sul diritto alla riservatezza ed alla tutela dei dati personali di quei soggetti terzi, assumendo fondamentale rilievo, al riguardo, il rispetto dei cd. Principi di proporzionalità, pertinenza e non eccedenza di cui all’art. 11 d.lgs. n. 196/2003 (ratione temporis, oggi articolo 27, comma 1, lettera a), numero 2), del d.lgs. 101/2018. Oggi il riferimento è da farsi all’art. 5 del Reg. UE 679/2016.

Leggi dopo

Dati personali: il giudice deve accertare la pertinenza e non eccedenza del trattamento rispetto alla finalità

15 Gennaio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

L’art. 11, d.lgs. n. 196/2003, prevede che i dati personali siano trattati in modo lecito e secondo correttezza, dovendo, inoltre, essere pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per cui sono stati raccolti ovvero successivamente trattati.

Leggi dopo

Ammesso l’accertamento della paternità anche attraverso campioni biologici acquisiti dal CTU presso l’azienda ospedaliera

13 Maggio 2020 | di Katia Mascia

Cass. civ.

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

Non è configurabile alcuna lesione del diritto alla tutela dei dati personali qualora questi siano stati utilizzati a fine di giustizia, ossia quando vengano raccolti e gestiti nell'ambito di un processo.

Leggi dopo

Nessuna violazione della privacy per la rivelazione del patrimonio del correntista

27 Febbraio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ., sez.

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

L’entità del patrimonio di una persona non costituiva un dato sensibile, divulgabile solo col consenso del titolare, durante la vigenza della l. 675/1996 art. 22. In tale contesto normativo, sensibili potevano essere considerati solo i dati riguardanti «l’origine raziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni di carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale».

Leggi dopo

Garante Privacy vs “La Zanzara”: il Tribunale di Milano conferma l'illecito trattamento dei dati personali di Radio 24

10 Luglio 2015 | di Redazione Scientifica

Trib. Milano

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

Il Tribunale di Milano conferma il provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali, con il quale era stata dichiarata l'illiceità della acquisizione e diffusione della conversazione telefonica intercorsa tra l'ex Ministro Barca e un imitatore dell'allora Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ideata ed eseguita dalla radiotrasmissione “La Zanzara” di Radio 24 – Il sole 24 ore s.p.a.. I fautori dello scherzo erano riusciti a raccogliere e diffondere informazioni personali e politiche della vittima dello scherzo, ingannando l'ex Ministro e sfruttando la vera amicizia intercorrente tra questi e Nichi Vendola.

Leggi dopo