News

News su Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Responsabilità medica, risarcimento in tema di consenso informato e onere probatorio

13 Ottobre 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Sebbene l'inadempimento dell'obbligo di acquisire il consenso informato del paziente sia autonomo rispetto a quello inerente al trattamento terapeutico, in ragione dell'unitarietà del rapporto giuridico tra medico e paziente, non può affermarsi un'assoluta autonomia dei due illeciti tale da escludere ogni interferenza tra gli stessi nella produzione del medesimo danno.

Leggi dopo

Consenso informato per il vaccino anti-COVID19: il vademecum del Tribunale di Milano

13 Gennaio 2021 | di Redazione Scientifica

Tribunale_vademecum-direttive-vaccino-antiCovid.pdf

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Il Tribunale di Milano ha predisposto un vademecum con le indicazioni a cui gli operatori sanitari dovranno attenersi al fine di attuare correttamente la disciplina introdotta al d.l. n. 1/2021 per la manifestazione del consenso al trattamento sanitario con il vaccino anti-COVID19.

Leggi dopo

Danni post intervento: escluso il risarcimento se la paziente non dimostra che, se adeguatamente informata, lo avrebbe rifiutato

23 Novembre 2020 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Nell’ipotesi di omessa informazione in relazione ad un intervento chirurgico che abbia cagionato un pregiudizio alla salute ma senza che sia stata dimostrata la responsabilità del medico, è riconosciuto il diritto al risarcimento per la violazione del diritto all’autodeterminazione a condizione che il paziente alleghi e dimostri che, se fosse stato adeguatamente informato, avrebbe rifiutato l’intervento

Leggi dopo

L’onere di dimostrare che, correttamente informato, il paziente avrebbe evitato l’intervento spetta a colui che propone la domanda di risarcimento

08 Giugno 2020 | di Alessandro Villa

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

In tema di attività medico-chirurgica, la manifestazione del consenso del paziente alla prestazione sanitaria costituisce esercizio del diritto fondamentale all’autodeterminazione in ordine al trattamento medico propostogli e, in quanto diritto autonomo e distinto dal diritto alla salute, trova fondamento nei principi degli artt. 2, 13 e 32, comma 2, della Carta Fondamentale dei Diritti.

Leggi dopo

Consenso informato: la sottoscrizione di un modulo dattiloscritto con aggiunte a penna costituisce informazione idonea

13 Dicembre 2019 | di Paolo Della Noce

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Il modulo di prestazione del consenso sottoscritto lo stesso giorno dell’intervento non inficia la conclusione del corretto adempimento del relativo obbligo dei medici curanti, qualora il documento scritto appaia come approdo di un percorso seguito in precedenti incontri e discussioni aventi ad oggetto la valutazione delle patologie preesistenti della paziente, la necessità di procedere all’intervento, i rischi ad esso connessi e le sue eventuali complicanze e possibili infezioni. Le aggiunte manoscritte riferite alla situazione della paziente rendono irrilevanti ai fini del giudizio di adeguatezza del consenso ulteriori rilievi sul contenuto del modulo.

Leggi dopo

Il Vademecum della Terza Sezione sul consenso informato e sulla violazione della libertà di autodeterminazione del paziente

12 Novembre 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

La Corte fornisce un vademecum in tema di consenso informato, confermando e dando seguito a quanto elaborato dalla giurisprudenza dalla medesima corte nell’ultimo decennio in materia di consenso informato relativo alla somministrazione delle cure mediche e farmacologiche e della violazione della libertà di autodeterminazione del paziente.

Leggi dopo

Il rigetto della domanda relativa alla colpa medica non pregiudica la diversa azione relativa al mancato consenso informato

05 Aprile 2019 | di Renato Savoia

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

La questione relativa al consenso informato non costituisce affatto un antecedente logico necessario rispetto alla questione concernente la corretta esecuzione dell’intervento chirurgico. Il diritto alla salute è diritto del tutto distinto dal diritto alla autodeterminazione.

Leggi dopo

Cassazione: il medico deve informare il paziente su ogni dettaglio

15 Maggio 2018 | di Filippo Martini

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

La Corte lo ha ribadito esaminando il caso di un paziente che lamentava di non essere stato adeguatamente informato sulla cicatrice “spuntata” dopo un intervento di chirurgia estetica per rimuovere un tatuaggio

Leggi dopo

Relativizzazione dell’obbligo di ottenere il consenso informato del paziente

20 Aprile 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Qualora il paziente sia consapevole dell’intervento, dei rischi, dei benefici e delle alternative esistenti (per conoscenza personale, perché vi sia già stato sottoposto o invero perché informato da terzi) l’eventuale inadempimento da parte del medico dell’obbligo di informarlo è da considerarsi giuridicamente irrilevante, venendo meno il nesso eziologico tra inadempimento e conseguenze dannose del vulnus alla libertà di autodeterminazione.

Leggi dopo

Danno alla salute causato da imperizia: già accertato il nesso causale, nessuna autonomia risarcitoria per la mancanza di consenso informato

12 Aprile 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.

Consenso informato e il risarcimento del danno consequenziale

Se il danno alla salute non dipende da complicanze, ancorché prevedibili, di intervento corretto e necessario, ma è conseguenza di un errore professionale cagionato dall’imperizia, si considera già accertato il nesso causale tra danno e condotta del medico e quindi non è rinvenibile nessuna autonomia a fini risarcitori nella omissione informativa, che è classificabile come mera concausa.

Leggi dopo

Pagine