News

News

Richiesta di risarcimento danni: chiamata in causa vs. chiamata in garanzia

08 Giugno 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Danno patrimoniale (risarcimento del)

Nel caso in cui il convenuto in giudizio chiami in causa un terzo, indicandolo come il soggetto tenuto a rispondere della pretesa dell’attore, la domanda attorea si estende automaticamente al terzo anche in mancanza di apposita istanza. Laddove invece vi sia la chiamata del terzo in garanzia, la predetta estensione automatica non si verifica, in ragione dell’autonomia sostanziale dei due rapporti, ancorché confluiti in un unico processo.

Leggi dopo

Qualificazione del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo ai fini dell'applicabilità del mutamento del rito: la parola alle Sezioni Unite

08 Giugno 2021 | di Vincenzo Liguori

Cass. civ.,

Profili processuali

La terza sezione civile della Corte di Cassazione, con ordinanza interlocutoria 25 novembre 2020 – 18 maggio 2021, n. 13556, rilevato il contrasto giurisprudenziale e dottrinale sulla natura del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, ha devoluto alle Sezioni Unite la relativa questione in quanto particolarmente rilevante nei casi di errore sulla scelta del rito da seguire ai fini dell'applicabilità o meno della salvezza degli effetti sostanziali e processuali verificatisi prima del conseguente mutamento del rito ex art. 4 D. Lgs. n. 150/2011, applicabile espressamente alle nuove controversie.

Leggi dopo

Responsabilità medica: se il fatto-reato non lede l’integrità psicofisica, vi può essere diritto al danno non patrimoniale?

03 Giugno 2021 | di Alessandro Benni de Sena

Cass. civ.,

Responsabilità del medico libero professionista

Il medico che commette reato di rifiuto di atti d’ufficio (art. 328, comma 1, c.p.) può essere tenuto a risarcire il danno non patrimoniale? Spetta il risarcimento del danno non patrimoniale in presenza di un fatto-reato che tutela un bene giuridico diverso dall’integrità psicofisica, scindendo così le figure di «persona offesa» e «danneggiato» dal reato? La Cassazione (ord. n. 14453/21, depositata il 26 maggio) conferma la distinzione tecnica tra «persona offesa» e «danneggiato» dal reato, ma non esclude la responsabilità civile del medico.

Leggi dopo

In G.U. la legge di conversione del d.l. 44/2021: scudo penale per i sanitari

01 Giugno 2021 | di Redazione Scientifica

D.L. n. 44-2021, conv. in L. n. 76-2021, GU n. 128-2021 _.pdf

Responsabilità professionale degli altri operatori sanitari

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 31 maggio 2021, n. 128 la legge n. 76/2021 di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 1° aprile 2021, n. 44 recante misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici.

Leggi dopo

Il pacchetto all inclusive con prezzo scontato per i bambini non esclude il risarcimento in caso di ritardo del volo

31 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Vacanza rovinata (responsabilità civile)

Ai sensi del Regolamento CE 261/2004 spetta il risarcimento dei danni per ritardo del volo anche nel caso in cui i passeggeri siano titolari di biglietti emessi nel quadro di un programma Frequent Flyer o di altri programmi commerciali dei vettori aerei o degli operatori turistici, come ad esempio nel caso di un pacchetto all inclusive proposto da un tour operator con una particolare scontistica per i minori.

Leggi dopo

Violazione dei limiti di velocità e onere della prova: la Polizia locale deve sempre constatare l’infrazione

31 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Circolazione di veicoli (responsabilità da)

Deve ritenersi sempre e comunque necessario l’intervento degli organi di polizia locale nell’espletamento del procedimento di accertamento e contestazione dell’infrazione al c.d.s. per violazione dei limiti di velocità, procedimento che – atteso il carattere pubblicistico e la sua rilevanza – non può essere assolutamente fatto oggetto di una assoluta privatizzazione a società private noleggiatrici delle apparecchiature di rilevazione automatica della velocità.

Leggi dopo

Il conducente che ha provocato il sinistro non può testimoniare nel giudizio per il risarcimento

28 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Circolazione di veicoli (responsabilità da)

La vittima di un sinistro stradale ha sempre un interesse giudico e non di mero fatto all’esito della lite introdotta da un altro danneggiato contro il potenziale responsabile del sinistro. Tale affermazione trova applicazione anche nel caso del terzo trasportato danneggiato. Trova dunque applicazione l’art. 246 c.p.c. che prevede l’incapacità a testimoniare in capo a colui che abbia un interesse che potrebbe legittimare la partecipazione al giudizio.

Leggi dopo

Fallimento e responsabilità degli amministratori: ciò che conta è la data delle dimissioni

27 Maggio 2021 | di Eleonora M.P. Ruggieri

Cass. civ.,

amministratore di società e sua responsabilità

In caso di dimissioni dalla carica di amministratore, il dimissionario non può essere ritenuto responsabile di fatti o illeciti commessi in epoca successiva alle sue dimissioni, anche nel caso in cui la cessazione dalla carica di amministratore non sia stata iscritta nel Registro delle Imprese. Non è quindi configurabile nei confronti dell’amministratore dimissionario una estensione di responsabilità per comportamenti compiuti da altri amministratori in epoca successiva alle dimissioni e nessuna rilevanza assume sul punto l’iscrizione nel Registro delle Imprese della cessazione della carica di amministratore, adempimento peraltro che l’art. 2385, comma 3, c.c. pone a carico del collegio sindacale e che non potrebbe quindi essere compiuto dal dimissionario, ormai estraneo alla società.

Leggi dopo

Privacy, prestazione del consenso e algoritmo per determinare il rating reputazionale

27 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Cass. civ.,

Illecito trattamento di dati personali (responsabilità per)

In tema di trattamento di dati personali, il consenso è validamente prestato solo se espresso liberamente e specificatamente in riferimento a un trattamento chiaramente individuato.

Leggi dopo

È costituzionalmente legittimo differire le spese della CTU all’esito del giudizio di merito?

24 Maggio 2021 | di Redazione Scientifica

Corte Cost.,

Profili processuali

La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 87 del 5 maggio 2021, si è pronunciata sulla questione di legittimità costituzionale sollevata dal Tribunale di Firenze in relazione all’art. 8, commi 1 e 2, della legge 8 marzo 2017, n. 24, ove esclude che il giudice possa addebitare a una parte diversa da quella ricorrente, il costo, comprensivo di compensi ed esborsi, dell’attività del collegio nominato per lo svolgimento della CTU.

Leggi dopo

Pagine